iltuodiabete.it | rischio di diabete e ovaio policistico

Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. GERARDO MEDEA
Responsabile Area Metabolica, Società Italiana di Medicina Generale.

rischio di diabete e ovaio policistico

Domanda

Buongiorno Dottore ho 42 anni e peso 85 kg e ho l'ovaio policistico. Non sto assumendo nessun farmaco. Dalle curve da carico fatte tempo fa risulta: insulina a 60'-90'-120' sempre maggiore di 300 (digiuno a 22). Glicemia a digiuno 92, a 60' e 90' è a 200, a 120' è a 155.

Da tempo ho eliminato lo zucchero bianco e ridotto i carboidrati. Nonostante ciò ultimamente l'insulina a digiuno a 32 con glicemia a 110, emoglobina glicata 5,5 per cento e 36,6 mmol/mol.

L'ultimo esame mi preoccupa, per farlo ho dovuto assumere un caffè zuccherato e cornetto ripieno (invece di solito colazione salata): ecco l'esito: glicemia digiuno 105 dopo 2 ore dalla suddetta colazione a 175, insulina digiuno 21 dopo 2 ore dalla suddetta colazione ancora a 324 !  È grave? Inoltre Peptide-c a 3,39. cpk 185. Mi basta un nutrizionista o devo andare da un diabetologo?

Risposta

Non ha indicato la sua altezza per poter calcolare il BMI (probabilmente alterato). Tuttavia sembra chiaro che Lei è in una situazione di alto rischio per diabete tipo 2. Se il suo medico curante lo ritenesse opportuno, potrebbe chiedere un supporto a un medico dietologo per il peso e ad un diabetologo/endocrinologo per l’ovaio policistico e il rischio di diabete.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio