Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

Dott. Parini
Dirigente Medico dell’AUSL di Bologna presso l’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di Budrio

INTOLLERANZE, IPOGLICEMIE ATTIVE E ALIMENTAZIONE

Domanda

Salve, io sono intollerante a latte e latticini, inoltre ho ipoglicemie reattive. Cosa mi consigliate per colazione? Grazie. Enzo

Risposta

Gent. Enzo,

alcune semplici regole  alimentari e comportamentali - durante  tutta la giornata, non solo a colazione – potranno aiutarla a ridurre gli episodi di ipoglicemia reattiva   a cui va soggetto:

  • evitare periodi protratti di digiuno superiori a 3 ore, frazionando i pasti in più spuntini durante il giorno
  • limitare l’assunzione di zuccheri semplici, specialmente a stomaco vuoto, preferendo sempre l’uso di zuccheri complessi e di cibi  con indice glicemico medio-basso
  • preferire alimenti ricchi di fibre ed integrali, che rallentano l’assorbimento intestinale di zucchero
  • evitare bevande alcooliche a digiuno
  • evitare attività fisica - specie se intensa – a digiuno

Qualora queste attenzioni non fossero sufficienti, potrebbe essere indicato l’uso di  “integratori” come   pectinepsillio e  gomma guar, che  agiscono rallentando l’assorbimento intestinale .

Le suggerisco comunque  di  discutere  questa situazione con il suo Medico Curante,  definendone meglio il significato nell’ambito della sua specifica situazione clinica complessiva,  anche con eventuali approfondimenti  diagnostici, se necessari.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio