Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. GERARDO MEDEA
Responsabile Area Metabolica, Società Italiana di Medicina Generale

FRUTTA E DIABETE

Domanda

Quale frutta può mangiare mio marito, diabetico insulinico? Grazie, Matilde

Risposta

Gent.le Sig.ra Matilde,

in linea generale la frutta è un ottimo alimento che non deve mancare mai nell’alimentazione di una persona anche con diabete in terapia insulinica, soprattutto per il suo contenuto in fibre e vitamine.

Il quantitativo consigliato è fino a tre porzioni al giorno (dove per porzione si intende per esempio: una mela, una pesca, due albicocche, una fetta di anguria grande poco più di un palmo della mano, due fragole, ecc).

Per quanto riguarda il tipo di frutti si possono mangiare tutti, con queste raccomandazioni:

  • evitare la frutta sciroppata (in genere le confezioni contengono zucchero)
  • limitare sia per frequenza di assunzione che per quantità la frutta che ha un alto indice glicemico, cioè la capacità di elevare molto la glicemia (anguria, melone, cocomero, banana, nespole, castagne)
  • preferire, al contrario, la frutta con un più basso indice glicemico (pere, mele, albicocche, arance, pesche, fragole, ananas)
  • se si mangia frutta secca, che in genere ha un basso indice glicemico, a eccezione dell’uva passa, ed ha effetti positivi anche sul colesterolo, bisogna considerare che fornisce molte calorie e quindi è meglio farne un uso moderato sia per frequenza sia per quantità.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio