Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. GIUSEPPE MARELLI
Responsabile U.O. Diabetologia e Malattie Metaboliche dell’Ospedale di Desio e Vimercate

DIETA SENZA LATTE E CARNE = VALORI GLICEMICI OTTIMI?

Domanda

Buongiorno… Per riassumere e ricordare il caso della mia famiglia, a mio marito è stato diagnosticato il diabete Lada un anno e mezzo fa. Uscito dall’ospedale pian piano è riuscito ad ottenere valori glicemici ottimi con pochissima insulina. La mia domanda era se è merito della dieta quasi vegana che abbiamo assunto. Mi spiego meglio. Per dieta vegana si intende l'eliminazione di ogni alimento animale e non vegetale. Pertanto non abbiamo MAI eliminato i CARBOIDATI i cereali i legumi le verdure. Quindi i suoi valori bassi non dipendono dall'eliminazione della pasta e non ho mai detto ciò ne è quello in cui consiste questa dieta che peraltro, se seguita correttamente e con un po’ di elasticità, non priva di nulla ma anzi inserisce nella nostra alimentazione molti cereali e carboidrati di cui alcuni non ne conoscono nemmeno l'esistenza e che sono altamente nutritivi. Infatti mio marito ha introdotto nella sua dieta amaranto quinoa teff sorgo miglio ecc. Usa pasta di lenticchie e amaranto e quinoa e saraceno mais e riso una notevolissima varietà invece di mangiare solo ed esclusivamente grano a colazione pranzo merenda e cena come siamo stati educati ed abituati dalla nostra società. Quindi riformulo la mia domanda. Può essere grazie a questa dieta priva quindi di latte che secondo alcuni studi potrebbe essere la causa del mal funzionamento del pancreas, e della carne? Grazie

Risposta

Gentile Signora Rita.

il diabete tipo Lada riconosce una causa autoimmunitaria e lo stato attuale con le basse dosi di insulina necessarie è da ricondurre alla sua evoluzione tipicamente lenta.

Detto questo per controllare al meglio le glicemie è assolutamente fondamentale condurre una alimentazione regolata e sana.
Quella da lei riferita è senza dubbio ottima, con l’introduzione di carboidrati di elevata qualità.

Per quanto riguarda la carne, dopo le osservazioni dell’OMS, è indubbio che bisogna non eccedere, ma non è necessario eliminarla del tutto. La carne può essere consumata con moderazione, non superando le 2-3 volte alla settimana, preferendo anche quella bianca.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio