Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

DOTT. SSA EMANUELA ZARRA
Dirigente medico presso U.O. Spedali Civili di Brescia

DIABETE, IPERTENSIONE E VALORI

Domanda

Salve, soffro di diabete mellito di tipo 2, che non ho molto bene sotto controllo e associato ho ipertensione arteriosa refrattaria, tutte e due le malattie mi hanno portato i reni a funzionare al 50%. I valori della glicemia a digiuno al mattino sono sui 120, prima di pranzo siamo sui 100/110, due ore dopo un pranzo di 50 g di pasta con il pomodorino fresco e un’insalata o verdure cotte conditi con 10 g di evo, il valore è sui 150/170. Idem la sera mangiando delle proteine accompagnate da verdure cotte o crude condite con 10 g di evo e 60 g di pane integrale, una pera o una mela. Non devo mai sgarrare in un dolcino o qualche carboidrato in più che il picco mi sale sui 200/250. Come medicinale prendo il novonorm 2 mg (3 cpr al giorno: fino a poco tempo fa, la sera alle 22.00 mi facevo Humalog basal 8 unità. Avendo cambiato il diabetologo mi ha tolto l'insulina e prendo il Trajenta 5 mg perché l'insulina mi faceva ingrassare. Vorrei un consiglio da Lei: se c'è qualcosa da aggiustare nella cura e nel mangiare e se c'è una dieta settimanale di tutti gli alimenti a basso contenuto di zuccheri. In attesa di una Vostra risposta, Cordiali Saluti 

Risposta

Gent.mo,

la sua domanda prevedrebbe un’attenta visita diabetologica con una precisa anamnesi alimentare che in questo contesto non è possibile effettuare.

Leggendo la sua domanda, quello che posso dirle brevemente e parzialmente è che i suoi valori glicemici preprandiali e postprandiali sono buoni e quello che ha descritto come pasto, bilanciato. Naturalmente le piccole eccezioni provocano un rialzo glicemico, ma per questo motivo dovrebbero rimanere eccezioni.

Riguardo alla terapia è necessario avere maggiori informazioni (età, complicanze, valori di glicata per esempio) che servono a capire i suoi obiettivi glicemici e l’eventuale modifica delle terapia. Quindi le consiglio di rivolgersi al suo medico curante o al diabetologo di fiducia per informazioni più dettagliate.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio