Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L'esperto

Dott.ssa Emanuela Zarra
Dirigente medico presso U.O. Spedali Civili di Brescia

1 anno fa, la diagnosi

Domanda

Salve, mi è stato diagnosticato il diabete mellito di tipo 2 circa un anno fa. Arrivai in ospedale con glicemia 600 trigliceridi a 500 e colesterolo a circa 400 e circa 132 kg di peso. Ma non ho avuto alcun danno al pancreas, nè alla vista, nè altro.

Sono dimagrito circa 30 kg facendo dieta e tanto sport. La mia terapia è questa.

Prima di Pranzo: Victoza 1.8, metformina 1000, omega 3 - dopo pranzo: cardio aspirina.

Prima di cena: metformina 1000, omega 3 - prima di andare a letto simvastatina da 20 mg.

Vorrei ridurre i farmaci, ma il mio diabetologo non ne vuol sapere. Ad esempio togliere la simvastatina e soprattutto assumere metformina 500 invece che 1000. I test di glucosio sono sempre stabili da un anno: min. 80, max 105. Continuo a fare sport per almeno 3 gg a settimana, anche se non percorro i 4 km al giorno chiesti dal mio dottore.

E' possibile ridurre? nella speranza che un giorno possa eliminare del tutto i farmaci?

Cordialmente

Max

Risposta

Gen.mo,

La  posologia di qualsiasi farmaco potrebbe essere ridotta a patto che tale riduzione faccia mantenere i target metabolici stabiliti.

Mi spiego meglio,  nel diabetico che non ha mai avuto un evento cardiovascoalare o che non abbia un danno d'organo l'obiettivo del colesterolo LDL è <100mg/dl. Se nonostante  la riduzione/sospensione della statina si riesce a raggiungere/mantenere questo target la terapia può essere ridotta/sospesa, ribadisco in assenza di danno d'organo o complicanze CV. Lo stesso vale per la glicata e gli obiettivi glicemici pre  e postprandiali. Parli con il suo diabetologo di tali obiettivi e valuterà lui se è il caso di ridurre la posologia della terapia. Sicuramente la modifica dello lo stile di vita se mantenuta nel tempo e  se la durata di malattia non è lunga.,  può portare  a riduzione  e in lacuni casi  a sospensione della terapia ipolipemizzante.

L'esperto risponde

Hai dubbi, domande, perplessità a cui vorresti dare risposte? Inviale ai nostri esperti, sapranno consigliarti al meglio