iltuodiabete.it | INFORMAZIONI DI BASE SUL DIABETE PER IL PERSONALE SCOLASTICO

Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

INFORMAZIONI DI BASE SUL DIABETE PER IL PERSONALE SCOLASTICO

Il diabete, anche chiamato “Malattia del ricambio”, è caratterizzato da un aumento del glucosio nel sangue e dalla sua comparsa nelle urine, legata in genere a una deficienza nella produzione di insulina da parte del pancreas ( d. mellito ); se non curata può dar luogo a gravi complicazioni a carico dei reni, del sistema cardiovascolare e del sistema nervoso; predispone, inoltre alle forme infettive.

La maggioranza dei ragazzi diabetici in età scolastica ha il diabete di tipo 1. I diabetici di questi tipo non producono insulina e devono assolutamente riceverla artificialmente o con iniezioni o attraverso l’uso di un microinfusore.

Il diabete di tipo 2, la forma più comune della malattia, si sta diffondendo anche fra i giovani studenti che riescono a controllare la malattia con una dieta opportuna e un maggior esercizio fisico, ma possono anche aver bisogno di farmaci per via orale e/o iniezioni di insulina.

Tutti i diabetici sia di tipo 1 sia di tipo 2 devono equilibrare attentamente le quantità di alimenti, di farmaci e di attività fisica per mantenere i livelli glicemici il più possibile nella norma.

L’ipoglicemia (livelli di glucosio troppo bassi nel sangue) è il più comune e improvviso problema di salute per gli studenti diabetici. Si presenta quando l’organismo riceve troppa insulina, troppo poco cibo, un pasto in ritardo o è sottoposto a una quantità di esercizio fisico maggiore del solito.

 I sintomi di un’ipoglicemia da leggera a moderata includono:

-          Tremori

-          Sudorazione

-          Stato confusionale

-          Irritabilità

-          sonnolenza.

Uno studente con questo grado di ipoglicemia deve subito ingerire dei carboidrati e può aver bisogno di assistenza. L'ipoglicemia grave, invece, è rara e può portare a perdita di coscienza e convulsioni mettendo a rischio la vita del soggetto se non viene affrontata immediatamente.

L’iperglicemia (livello troppo alto di glucosio) si verifica quando il corpo riceve poca insulina, troppo cibo o troppo poco esercizio; può anche essere causata da stress o da una malattia qualsiasi, come un raffreddore. I sintomi più comuni dell’iperglicemia sono:

-          la sete

-          il frequente bisogno di urinare

-           la vista offuscata.

Se non si interviene ad abbassare i livelli glicemici, può causare una condizione grave detta chetoacidosi diabetica, caratterizzata da nausea, vomito e un livello alto di chetoni nel sangue e nelle urine.

Per gli studenti che usano microinfusori, un blocco dell’erogazione di insulina può portare più rapidamente alla chetoacidosi.

Fonte: http://www.diabeteforum.org/public/index.php?option=com_content&view=article&id=97&Itemid=72

 

Lascia un commento