iltuodiabete.it | L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITA' FISICA IN SICUREZZA

Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITA' FISICA IN SICUREZZA

I benefici dell'attività fisica sono molteplici e anche i più increduli hanno ceduto all’evidenza degli effetti sulla glicemia che viene meglio controllata, di una pressione tenuta a bada, di un aumento dei livelli di colesterolo “buono” e riduzione di quello “cattivo”. L’attività fisica stimola la buona salute cardiovascolare e contrasta le possibili complicazioni del diabete a livello di circolazione.

Non ci stancheremo di ricordarlo:  l’attività fisica deve essere costante. E per farla diventare una delle buone abitudini quotidiane ricordiamoci che mezz’ora di camminata a passo veloce può già fare la differenza, provare per credere.

“NON FARLO TANTO PER FARE, FALLO CON INTELLIGENZA”

Invece, per chi è interessato a praticare uno sport di tipo aerobico, quali ciclismo, marcia, ginnastica, nuoto, sci di fondo, canoa, danza, riportiamo le precauzioni di sicurezza tratte dalle Linee Guida attività fisica per Diabete Mellito dell’American Diabetes Association (ADA):

  1. Ottenere il certificato medico per fare esercizio fisico specialmente se:
  • si ha il diabete da diversi anni
  • si ha qualsiasi complicanza diabetica
  • si è stati inattivi per molto tempo
  • oltre ad aver sviluppato il diabete si è anche affetti da malattie cardiovascolari
  1. Controllare i piedi ogni giorno:
  • osservare la presenza sui piedi di tagli, calli, vesciche e altre ferite
  • trattare il problema immediatamente; cercare un podologo se necessario
  • indossare calzini sottili e appropriate scarpe da sport
  1. Essere pronti per il trattamento di un’eventuale ipoglicemia:
  • sospendere immediatamente l’attività
  • trattare l’ipoglicemia preferibilmente con bevande fresche (ad es. succhi di frutta)
  • aspettare almeno 15 minuti così che il cibo possa essere assorbito
  • non riprendere l’esercizio fisico fino a che la glicemia non raggiunge almeno il valore di 100 mg/dl
  1. Selezionare il proprio sito di iniezione:
  • non esiste una regola fissa se si inizia l’esercizio 1 ora dopo l’iniezione
  • se si inizia subito dopo l’iniezione allora preferire l’addome
  1. Mai fare esercizio se:
  • c’è positività del test dei chetoni nelle urine (chetonuria)
  • il diabete è scarsamente controllato
  • si percepisce freddo, influenza, infezioni o altre disagi abbastanza forti
  1. Mantenere un’adeguata idratazione:
  • evitare di praticare esercizi in ambienti troppo caldi e umidi
  • bere acqua generosamente
  • non bere alcolici subito dopo gli esercizi
  1. Comunicare il proprio diabete:
  • fare esercizi con un partner
  • avere con sé il proprio tesserino sanitario
  • informare gli allenatori, gli istruttori e i compagni di allenamento

Lascia un commento