Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

DIABETE E NATALE: CONSIGLI PER NON ESAGERARE A TAVOLA

Natale è arrivato e la maratona culinaria con lui: cosa possiamo mangiare? A cosa dobbiamo rinunciare? Ogni anno lo stesso problema. Se siamo ospiti da amici e parenti, dobbiamo fare attenzione a tutto quello che la tavola imbandita ci offre. E se invece siamo noi a preparare il pranzo o la cena per tutti, che fare?

Niente paura, basta adottare una “strategia festiva” programmando il nostro comportamento alimentare:

  • Prima di tutto è necessario intensificare i controlli della glicemia: dalla mattina a digiuno alla ripetizione continua un’ora dopo i pasti. Se abbiamo sotto controllo la glicemia, riusciamo a capire cosa possiamo concederci e cosa dobbiamo proprio evitare. Per evitare “l’effetto cenone” possiamo correggere il dosaggio di insulina dopo la misurazione, stabilizzando la glicemia.
  • Bere è fondamentale: quando si mangia di più, l’acqua diventa essenziale per aiutare la diuresi. Quindi la parola d’ordine è bere, bere, bere!
  • È bene partire con il piede giusto, cioè dalla mattina: una colazione a base di frutta fresca e cereali integrali ci permette di arrivare non troppo affamati all’ora di pranzo.
  • Un’idea per il primo: i tortellini in brodo; mi raccomando più brodo e meno tortellini.
  • Sì ai cibi calorici, ma alternandoli con cibi ipocalorici: verdure lessate come bieta, zucchine, carote, insalata, fagiolini non devono mancare. Sì al pesce, per esempio il salmone, e alla carne di pollo e tacchino che contengono proteine magre.
  • Poco condimento: l’olio extravergine di oliva va usato con parsimonia, insieme al sale. Come dire “pochi cucchiai, ma buoni”.
  • Cerchiamo di evitare le carni rosse e soprattutto i salumi, che in tavola non mancano mai: lasciamoli ai bambini! Oppure optiamo per quelli meno grassi come prosciutto e bresaola.
  • Una tattica è mangiare lentamente o sedersi vicini a “parenti e amici lumache”: più tempo si impiega a consumare il proprio pasto, più verrà favorito il nostro senso di sazietà.
  • Occhio a panettone e dolci! Non sono banditi, ma dipende dai valori che abbiamo prima di pranzo. Si possono mangiare, ma a piccole dosi. Diventare attenti dà una grande soddisfazione, provare per credere.

Lascia un commento

Testo di sicurezza:*

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra