Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

Le complicanze croniche legate al diabete possono essere prevenute, controllate e rallentate attraverso uno stretto controllo di tutti i fattori di rischio correlati e terapie mirate.

E’ fondamentale analizzare i fattori che possono portare il paziente a prendersi cura di sé in modo ottimale e cercare di individuare quali sono gli interventi che si possono mettere in atto per aumentare la motivazione in questo senso, considerando anche l’uso delle nuove tecnologie.

Partendo dalla logica per cui i soggetti diabetici sono gli unici veri protagonisti della loro terapia, è necessario capire quali sono gli interventi necessari per favorire, oltre che l’autocura, anche una buona convivenza con la patologia.

Il trattamento di entrambi i tipi di diabete, mirato a un controllo adeguato e costante della glicemia, ha lo scopo di alleviare i sintomi e di diminuire il rischio di complicanze a lungo termine, mentre attività fisica e alimentazione corretta rappresentano due alleati fondamentali contro il diabete di tipo 2, il più diffuso.

La terapia migliore mantiene la glicemia nella normalità, evitando fluttuazioni e picchi ipo e iperglicemici, principali cause delle complicanze.

In questa sezione vengono riportate le più diffuse terapie e tutte le principali informazioni al riguardo quali fonte di condivisione, comprensione ed eventuale successivo confronto con il proprio medico curante.

LA TERAPIA ORTOPROTESICA

Il comune plantare ortopedico, così come la calzatura, è una vera e propria terapia ortesica (te...

Leggi l'articolo

BASSI LIVELLI DI TESTOSTERONE E DIABETE DI TIPO 2

I benefici della terapia ormonale sostitutiva con testosteroneSecondo alcuni studi, 1/3 circa de...

Leggi l'articolo

FARMACI ORALI PER IL DIABETE DI TIPO 2

L’attività fisica (basta una passeggiata per 30 minuti tutti i giorni) e la dieta (senza soffrir...

Leggi l'articolo

IL FARMACO RIVOLUZIONARIO SI CHIAMA INSULINA SPRAY

Per ora solo negli USA, ma a breve (presumibilmente tra un anno) anche in ItaliaPer milioni di a...

Leggi l'articolo