Glossario

Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

P

Pancreas artificiale

Medtronic ha ottenuto l’approvazione della statunitense Food and Drug Administration (Fda) per il suo pancreas artificiale, il MiniMed 670g. Si tratta del primo dispositivo che monitora automaticamente il glucosio nel sangue, e fornisce la giusta dose di insulina ai pazienti affetti da diabete di tipo 1. Il dispositivo offre ai diabetici di tipo 1 una maggiore libertà di vivere la loro vita senza dover monitorare costantemente e manualmente i livelli basali di glucosio e la somministrazione di insulina”, ha commentato Jeffrey Shuren, direttore della Divisione dispositivi medici della Fda.

Parestesie

Con parestesia si intende un disturbo della sensibilità di gambe e braccia o di altre parti dell’organismo, caratterizzata dal presentarsi di fenomeni sensitivi anomali e locali, come la sensazione sgradevole (anche se non dolorosa) di un pizzicorio o formicolio continuo (le cosiddette “formiche”).

Penna (iniettore) per insulina

Strumento a forma di penna usato per la somministrazione dell’insulina. Può richiedere l’uso di cartucce intercambiabili oppure essere una penna pre-riempita da gettare dopo che la parte piena di insulina si è esaurita. Gli aghi sono intercambiabili.

Piede di Charcot

Il piede di Charcot, conosciuto anche come “Neuro-Osteoartropatia di Charcot”, è una patologia che colpisce i pazienti diabetici con neuropatia periferica e provoca una frammentazione delle ossa e una grave deformazione del piede, che assume la forma di un dondolo, con la comparsa di ulcere localizzate sulla pianta che, se non curate possono causare l’amputazione dell’arto. Fra le malattie neurologiche ereditarie è una delle più diffuse (36 casi ogni 1000 nascite) e la maggior parte dei soggetti colpiti ha un’età compresa tra i 50 e i 60 anni che soffrono di diabete da circa 10 anni. La parte del piede più coinvolta è il mesopiede con una percentuale maggiore del 50%; il retropiede è interessato nel 28% dei casi, la caviglia nel 19% ed infine l’avampiede nel 3% dei casi.

Piede diabetico

Il piede diabetico costituisce una complicanza invalidante dell'iperglicemia cronica trascurata: si tratta di uno stato patologico che condiziona negativamente la qualità di vita del paziente, tanto da richiedere una scrupolosa e costante igiene dei propri piedi supportata da frequenti controlli medici.
Un piede diabetico malcurato o sottovalutato espone il malato ad ulcere, piaghe sanguinanti ed infezioni che, a lungo andare, possono diffondere nei tessuti limitrofi e procurare cancrena. Può comparire nel diabete, soprattutto quando il compenso glicemico è stato lungamente insoddisfacente.

Polidipsia

Sensazione di sete intensa che porta al bisogno di una sproporzionata quantità di liquido: può essere sintomo del diabete o di nevrosi.

Polineuropatia simmetrica distale

E’ la varietà più frequente di neuropatia somatica in cui si assiste ad un riduzione della sensibilità e a fastidi quali ad es. formicolii, trafitture, calore, dolenzia etc.. alle gambe e ai piedi. Può comparire nel diabete soprattutto quando il compenso glicemico è stato lungamente insoddisfacente.

 

Poliuria

Aumento, transitorio o permanente, della quantità di urina emessa, che può superare i due litri nelle 24 ore, dovuto per lo più a nefropatie o a diabete.

Polsi pedidii

Sono le arterie dei piedi che vengono palpate dal medico per avere una informazione del normale flusso del sangue in questi vasi.

Profili glicemici

L’insieme delle glicemie misurate dal paziente nei vari momenti della giornata e in giorni diversi.

Proteine

Le proteine (anche dette protidi) sono sostanze organiche molto complesse e sono uno dei costituenti fondamentali di tutte le cellule del mondo animale e di quello vegetale. Chimicamente parlando sono dei polimeri (macromolecole costituite da numerosi gruppi molecolari) costituiti da residui amminoacidici che sono uniti tra loro da legami peptidici. Le proteine differiscono fra loro per il numero, la composizione e la sequenza degli aminoacidi che le costituiscono. Nel diabete tipo 1 scompensato la mancanza di insulina riduce la sintesi di proteine (proteosintesi) e aumenta il loro catabolismo (proteolisi).

Proteinuria

Il termine “proteinuria” descrive una condizione in cui è presente una quantità anormale di proteine nelle urine. Quando queste eccedono i 300 mg al giorno si parla di proteinuria. Quando superano i 3 g al giorno il quadro è definito sindrome nefrosica.