Glossario

Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

E

Ecocardiogramma

L'ecocardiogramma è l'esame del cuore basato sull'impiego degli ultrasuoni (suoni con frequenze elevatissime, non udibili dall'orecchio umano). Permette la visualizzazione dell'anatomia cardiaca e di studiare il cuore in azione.

Ecocolordoppler vascolare

Particolare forma di ecografia, perfezionata in modo tale da far vedere meglio le arterie e le vene. Con l'eco-color-Doppler è possibile esaminare accuratamente e senza alcun rischio per il paziente le principali arterie e le principali vene del corpo umano e riconoscere eventuali malattie circolatorie molto prima che possano diventare pericolose.

Educazione terapeutica

L'Educazione Terapeutica consiste nell’aiutare il paziente e la sua famiglia a comprendere la malattia ed il trattamento, a collaborare alle cure, a farsi carico del proprio stato di salute ed a conservare e migliorare la propria qualità di vita.

Elettrocardiogramma

L'elettrocardiogramma (ECG) è la riproduzione grafica dell'attività elettrica del cuore durante il suo funzionamento, registrata dalla superficie del corpo. Può essere eseguito durante sforzo (camminata su tapis roulant o pedalata su cyclette)

Elettromiografia

L'elettromiografia (detta anche "EMG") è un esame diagnostico utile per la diagnosi delle malattie dei nervi (es. neuropatie) e dei muscoli (es. miopatie). Studio della funzione elettrica dei nervi e dei muscoli, in genere delle gambe.

Emoglobina glicosilata o glicata (HbA1c)

L'emoglobina glicata - o glicosilata che dir si voglia - consente di valutare a grandi linee l'andamento medio della glicemia negli ultimi due o tre mesi.
E’ la percentuale di emoglobina alla quale è legato glucosio. Deve essere misurata in tutti i diabetici 3-4 volte all’anno (ogni 3-4 mesi) e il valore deve essere mantenuto idealmente sotto il 7%, tranne casi in cui l’obiettivo è più alto per una serie di motivi.

 

Endoarteriectomia

L’endoarteriectomia è un intervento chirurgico molto delicato, il cui fine è quello di effettuare una resezione della tunica interna di un vaso arterioso, nel corso di un intervento di rimozione di un eventuale embolo o trombo che lo ostruiscono. Tale intervento viene effettuato generalmente in caso di gravi lesioni aterosclerotiche, ed in particolar modo, sulle arterie carotidi (ovvero le arterie che conducono sangue al cervello e che si trovano nel collo) e sulle arterie vertebrali ostruite. Grazie a questa tecnica è possibile ripristinare il normale flusso sanguigno.