Iniziativa realizzata con il
contributo scientifico di

Con il supporto
incondizionato di

A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z

ACE inibitori

Classe di farmaci per curare l’ipertensione. Sono di prima scelta nel diabete.

Acetone

E’ uno dei corpi chetonici.  In caso di grave scompenso dovuto al diabete tipo 1 compare nell'alito (l'odore è simile a quello della frutta matura).

Acido acetilsalicilico

L'acido acetilsalicilico o ASA , comunemente noto con il nome di aspirina è un farmaco antinfiammatorio non-steroideo della famiglia dei salicitati.

Ago usa e getta

Si tratta del piccolo ago che viene montato sulla penna usata per l’iniezione dell’insulina. Ce ne sono di diversa lunghezza (4,5,6,8,12 mm) e spessore (29,30,31,32,33 g).

Albuminuria

L’albumina è una delle principali proteine del sangue: Si definisce albuminuria una perdita di albumina con le urina in quantità superiore a un limite fisiologico stabilito. Il reperto è facilmente rilevabile clinicamente e può rappresentare un segno precoce di malattia renale cronica, in particolare nei diabetici, ed è frequentemente associato a ipertensione arteriosa e malattie cardiovascolari. 

Alimenti per diabetici

Si tratta in genere di alimenti (es. pane e derivati, pasta) che vengono arricchiti di fibre vegetali per rallentare l’assorbimento dei carboidrati contenuti negli alimenti.  Non sono cibi dietetici, e spesso vengono confusi con alimenti impropriamente etichettati "per diabetici".

Alterata glicemia a digiuno

L'alterata o IFG glicemia a digiuno (acronimo di Impaired Fasting Glucose) è una condizione in cui i livelli di glucosio nel sangue, rilevati a digiuno da almeno otto ore, superano per eccesso il limite di normalità pur rimanendo al di sotto dei valori che sanciscono lo stato diabetico. E' definita da una glicemia a digiuno fra 100 e 125 mg/dl.

Amminoacidi

Gli amminoacidi sono sostanze organiche bi funzionali. Sono circa 25 e compongono le proteine. In situazioni particolari vengono utilizzati a scopo energetico come alternativa al glucosio e agli acidi grassi liberi. Tutte le cellule possono sintetizzare proteine a partire da amminoacidi e possono ossidare (“bruciare”) amminoacidi a scopo energetico.

Analoghi dell’insulina

Sono molecole di insulina modificate con varie tecniche al fine di variarne i tempi d’azione accelerandoli (es. lispro, aspart, glulisina) oppure rallentandoli (es. glargina, detemir, lispro-protamina, degludec).

Analoghi di GLP-1

Classe di farmaci per il trattamento del diabete tipo 2. Si somministrano con iniezione sottocutanea (come l’insulina) una volta al giorno (liraglutide, lixisenatide) o due volte al giorno (exenatide) oppure una volta alla settimana (exenatide a lunga durata d’azione, dulaglutide), aumentando la secrezione di insulina e inibendo la secrezione di glucagone. Riducono, inoltre,  l’appetito e fanno perdere peso.   

Angioplastica percutanea

L’angioplastica percutanea transluminale (anche angioplastica con palloncino o, più semplicemente, angioplastica) è una metodica mini-invasiva che viene utilizzata per eliminare, o quantomeno diminuire, i restringimenti (stenosi) del calibro dei vasi sanguigni. 

Antiaggreganti piastrinici

Sono farmaci, come l’acido acetilsalicilico (Aspirina), che vengono spesso prescritti ai diabetici per ridurre il rischio di trombosi contrastando l’aggregazione delle piastrine (“fluidificano il sangue”).

Anticorpi anti-insulina

Vengono prodotti contro l’insulina nell’ambito dell’autoimmunità del diabete tipo 1.Quando presenti, rendono instabile la glicemia perché legano e rilasciano l’insulina in maniera imprevedibile.

Arteriografia

Tipo di radiologia che consente di visualizzare direttamente un’arteria e i suoi rami e di studiare le eventuali anomalie della zona. L’arteriografia si effettua iniettando nell'arteria un mezzo di contrasto iodato. Ne esistono di due tipi:

- globale se il mezzo è iniettato in un tronco arterioso;

- selettiva se il mezzo viene iniettato in un ramo arterioso. 

Arteriopatia obliterante degli arti inferiori

L’arteriopatia obliterante è detta anche “malattia occlusiva delle arterie periferiche”. Se si ha il minimo dubbio di essere colpiti da questa patologia, è obbligatorio contattare il proprio dottore per eseguire una diagnosi e prevenire ulteriori complicanze. 

Autoanticorpi

Un autoanticorpo è un'immunoglobina il cui bersaglio antigenico non è un agente esterno patogeno (batteri, virus ecc...) o non-patogeno (allergeni), ma una o più sostanze proprie dell'organismo stesso; in altre parole, si tratta di un anticorpo diretto contro il self. Gli autoanticorpi sono in genere di classe IGG o IMG e sono spesso associati a malattie autoimmuni; è tuttavia importante comprendere che non tutti gli autoanticorpi sono patogenetici, ovvero causa diretta di malattia.

Automonitoraggio glicemico

Misurazioni domiciliari delle glicemia mediante un glucometro.