Un’attrice, una mamma, una bellezza d’eccezione

SHARON STONE, UNA DONNA INCREDIBILE

Ultima modifica: 12 settembre 2014

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

Un’attrice, una mamma, una bellezza d’eccezione

Una salute altalenante

La femme fatale di Basic instinct nonostante i suoi 56 anni sembra ancora una ragazzina. Si è presentata sul red carpet del Festival di Cannes, alla prima del film in concorso The Search,

con un miniabito nero, capelli raccolti, occhiali a specchio e sorriso smagliante.

Il sorriso è sempre stato la sua arma vincente e chi l’ha seguita, in tutti questi anni, forse non immagina che Sharon Stone ha avuto non pochi problemi di salute, rischiando anche la vita. L’attrice, affetta da diabete mellito di tipo 1, ha affrontato la sua malattia con uno stile di vita frenetico, ma la dieta e lo sport sono stati fondamentali per reggerlo.

 

Diabete e non solo

Tredici anni fa è stata colpita da un aneurisma che l’ha ridotta in fin di vita e l’ha costretta a un lungo ricovero. Lei stessa in un’intervista ha raccontato l’episodio: «Era il 2001, di anni ne avevo 43, e ho avuto un’emorragia cerebrale, una sorta di aneurisma, un ictus che uccide una persona su tre. A me è andata bene, sono stata molto fortunata. E ormai quasi mi inorgoglisce il fatto che ci sia una sindrome definita da allora con il mio nome: la sindrome di Stone».

Nel 2004 ha avuto anche un infarto, poco dopo il divorzio dal secondo marito. Ma Sharon Stone non si è mai lasciata abbattere: «Essere diabetica mi ha insegnato la disciplina. Continuo a godermi la vita, ma nel rispetto delle regole. Sto a dieta, passo ore in palestra, vado a dormire sempre alla stessa ora, ma lo faccio senza fatica».

 

L’attrice e il suo rapporto con il cibo

«Per essere a mio agio in bikini, non mi abbuffo di pizza, la mia dieta si basa sull’indice glicemico dei cibi». La dieta seguita da Sharon Stone infatti privilegia i cibi con un indice glicemico basso, come pasta integrale, carne, pesce e verdure. Il principio è mangiare a sazietà ma in modo intelligente, senza necessariamente rinunciare al cioccolato o al formaggio. Questa tipologia di dieta si basa sulla scelta di cibi che forniscono un rilascio lento e costante di glucosio nel sangue. I carboidrati non sono affatto esclusi, ma sono scelti con criterio: vengono preferiti quelli con un indice glicemico basso, da 50 in giù, come spaghetti e pane integrali, piselli, succo d’arancia e uva. Perché, oltre ad aumentare lo zucchero nel sangue lentamente, questi alimenti rendono il senso di sazietà più lungo e non fanno ingrassare.

 

Sì allo sport, ma senza esagerare

Sharon Stone, per un periodo vittima dello sport eccessivo e della ricerca dell’eterna giovinezza, ora pratica sport regolarmente senza esagerare. Nuoto, surf, yoga e danza sono le sue attività preferite che le consentono, anche quando è in viaggio per lavoro, di non perde l’abitudine di fare attività fisica, semplicemente si organizza in albergo.

Infine, la meditazione è stata per lei una bella scoperta: una consuetudine che l’ha aiutata a essere felice e a vivere la vita con leggerezza. Sharon è lì a dimostrare che si può essere diabetici e avere una vita da sogno, come nei film.

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

2 votes

La narrazione è un potente strumento di trasformazione della pratica clinica, perché gli aspetti medici del diabete non sono più separati da quelli autobiografici.

Scrivici la tua storia all’indirizzo email

Lascia una risposta

Titolo: SHARON STONE, UNA DONNA INCREDIBILE

Ultima modifica: 2014-09-12T08:30:50+00:00

Autore: Il Tuo Diabete