POKEMON GO: UNA SOLUZIONE INNOVATIVA CONTRO LA SEDENTARIETA’

Ultima modifica: 29 luglio 2016

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

È la prima app che spinge le persone a fare movimento per giocare

La scuola è finita e, mentre i bambini festeggiano, i genitori tirano un sospiro di sollievo per le promozioni, preparandosi ad un’altra estate di divertimenti unita al monitoraggio del diabete dei propri figli.

In questi casi, le vacanze estive possono portare con sé momenti particolari, soprattutto se i propri bimbi diabetici hanno l’abitudine di stare svegli fino a tardi: questo infatti può portare degli sbalzi nei livelli glicemici. Parallelamente, proprio perché d’estate si ha più tempo, i bambini in questo periodo hanno voglia di stare fuori e giocare un po’ di più, ristabilizzando la glicemia nel sangue e migliorando la gestione del proprio peso, importante soprattutto se il bambino è affetto da diabete di tipo 2.

Ma come lo passano il tempo i bambini d’oggi? È in questo contesto che subentra la tecnologia. Probabilmente avrete sentito parlare di Pokémon Go: l’app permette a chiunque di andare a “caccia di Pokémon” muovendosi in qualsiasi ambiente, con la speranza di incrociare e catturare l’animaletto mancante. In vista di ciò, alcuni ricercatori dell’University of Leicester hanno affermato che giochi da smartphone come Pokémon Go possono essere una soluzione innovativa contro l’aumento dell’obesità e delle malattie croniche. Inoltre, un recente studio di cui abbiamo parlato qui, dimostra come 1.000 passi al giorno possano avere dei significativi effetti benefici sui bambini con diabete di tipo 1.

Più tecnologia = più movimento quindi? Dipende. In ogni caso, rimane imperativo assicurarsi che i livelli glicemici del proprio bambino siano misurati regolarmente in modo da prevenire qualsiasi attacco di ipo o iperglicemia. È inoltre evidente che un gioco come Pokémon Go non possa sostituire le cure del diabete, ma possa portare un po’ più di spensieratezza e movimento nella vita dei nostri bambini. Infine non dimenticare di spiegare ai bambini diabetici (e ai lori amici più stretti) i sintomi dell’ipo e dell’iperglicemia; soprattutto d’estate, quando le temperature sono più alte, i sintomi dell’ipoglicemia diventano più difficili da riconoscere.

Buona caccia di Pokémon dunque, e come dicono gli appassionati: “Gotta catch them all!”

Fonte: Diabetes.co.uk newsletter

Immagine: Pokémon.com

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

1 vote

Titolo: POKEMON GO: UNA SOLUZIONE INNOVATIVA CONTRO LA SEDENTARIETA’

Ultima modifica: 2016-07-29T16:38:26+00:00

Autore: Il Tuo Diabete