Attività fisica

Mens sana in corpore sano
Che l’attività fisica sia benefica per qualsiasi persona, è risaputo. Che per una persona diabetica l’attività fisica abbia la stessa importanza del farmaco, è cosa meno nota.
La convinzione che ‘ildolcefarniente’ sia lo stato più desiderabile è profondamente radicata e suscita forti resistenze nei confronti dell’attività fisica.
Ma ormai numerosi lavori della letteratura internazionale hanno evidenziato che il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 è ridotto di circa il 30% in chi pratica attività fisica, cosi come si riduce del 60% la probabilità di passare da una condizione di pre-diabete a un diabete clinicamente manifesto.
L’attività fisica riduce notevolmente i fattori di rischio frequentemente associati alla malattia diabetica perché è un efficace strumento per il controllo del peso corporeo, riduce la pressione arteriosa, disegna un profilo che riduce l’accumulo di grassi nell’organismo, esplica un’azione antitrombotica.
Ancora dei dubbi? Passiamo allora alla fase organizzativa, perché molto spesso la testa comprende l’importanza di fare attività fisica ma le incombenze della vita hanno il sopravvento.
In questa rubrica scopriremo come far entrare l’attività fisica nella nostra giornata senza necessariamente iscriverci a una palestra che poi non frequenteremo.
E scopriremo che il nemico più importante – per diabetici e non – è la sedentarietà.

Titolo: Attività fisica

Ultima modifica: 2016-12-09T10:20:28+00:00

Autore: Il Tuo Diabete