La storia di Silvia e della sua vita con il diabete

LA MIA VITA CON IL DIABETE

Ultima modifica: 8 gennaio 2015

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

La storia di Silvia e della sua vita con il diabete

Silvia Oresti ha partecipato al concorso “Racconta il tuo diabete”. Ecco la sua storia: 

Parlare di diabete a volte non è facile. Non è facile nemmeno capire perché succede a te, perché non alle tue amiche o alle tue nemiche. Ti domandi come mai a 16 anni una bella mattina tuo padre viene a scuola a prenderti, non per farti fare un ora in meno di lezione, ma perché dovete andare da un dottore… da un dottore diabetologo, perché nelle tue analisi hanno trovato tanto zucchero.

Credo che quella mattina di novembre non la dimenticherò mai.

Nello studio del diabetologo che poi sarebbe diventato per me come un secondo papà pensavo di non essere presente… sentivo le voci di mio padre e del medico che parlavano di strane cose e nominavano spesso diabete, insulina, ricovero…

Si ricovero quella parola mi è risuonata nella mente anche tutto il pomeriggio e la sera mentre con mia madre preparavamo la borsa per l’ospedale.

Non avevo capito bene cosa significasse diabete, cosa avrei dovuto fare e tutto quello che sarebbe venuto dopo.

In ospedale sono stata per quindici giorni, giorni bruttissimi dove piangevo e piangevo chiedendomi perché a me…Poi il “mio dottore” è venuto a spiegarmi che avrei dovuto farmi delle iniezioni di insulina, dei controlli con una macchinetta prima dei pasti e magari anche durante la giornata se avvertivo qualcosa di strano.

Tornata a casa mi sono trovata a faccia a faccia con il mio nuovo amico e ho dovuto affrontare giornate buie, giornate di sconforto. Poi mi sono detta che al mondo c’è di peggio e che tutto sommato io potevo fare tutto… si tutto con la dovuta attenzione e con le dovute precauzioni. Con lui sono cresciuta ho incontrato l’amore della mia vita, ho fatto tutto quello che ho voluto fare: viaggi, sport, cene con gli amici senza mai sentirmi in difficoltà con gli altri  senza mai  vergognarmi del mio amico. Sono diventata mamma e anche questo è un grande traguardo. Dieci anni fa ho scoperto di essere celiaca e dopo anni in cui ero riuscita a trovare un equilibrio e tanta forza per andare avanti nella mia vita…ho avuto una battuta di arresto…ancora una volta nella mia mente si è riproposta la domanda…perché proprio a me???

Non è facile accettare quello che ci succede, ma la vita non è mai facile. Ci sono persone che non possono alzarsi e correre felici o fare una semplice passeggiata al mare… io posso farlo. Ci sono persone che non possono guardare un tramonto o un cielo stellato…io posso farlo. Ci sono persone che passano la maggior parte della propria vita in ospedale o attaccate a una macchina per poter vivere….io non devo farlo.

Devo solo fare le mie iniezioni e i miei controlli e naturalmente mangiare cibi appositi….per il resto posso fare tutto!!!

 

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

4 votes

La narrazione è un potente strumento di trasformazione della pratica clinica, perché gli aspetti medici del diabete non sono più separati da quelli autobiografici.

Scrivici la tua storia all’indirizzo email

Lascia una risposta

Titolo: LA MIA VITA CON IL DIABETE

Ultima modifica: 2015-01-08T06:30:56+00:00

Autore: Il Tuo Diabete