Quando il diabete ha bussato alla porta di mio figlio. Per lui il diabete è un amico anziché un ostacolo

IL DIABETE HA BUSSATO ALLA PORTA DI MIO FIGLIO

Ultima modifica: 7 maggio 2015

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

Quando il diabete diventa un amico anziché un ostacolo

La signora Balocco ha partecipato al concorso “Racconta il tuo diabete”. Ecco la sua breve storia: 

C’era una volta ….

Così comincia la mia storia, una famiglia come tante. Papà, mamma e due bellissimi bambini, Sofia di 10 anni e Daniele di 8. Nel 2008 un dicembre freddo in tutti i sensi ha bussato alla nostra porta il nostro amico diabete (anche se non invitato) e ha chiesto di Daniele.

Da quel 12 dicembre è entrato a far parte della nostra vita cambiandola completamente, momenti tristi si sono alternati a momenti complessi e colmi di disperazione!

Perché Daniele e non me?? Questa domanda mi ha logorato l’anima per mesi e mesi senza avere una risposta, solo Daniele è riuscito a farci accettare il diabete come il suo migliore amico con una frase che mai dimenticherò “Mamma non essere triste io non sono cambiato!”.

Da quel momento le nostre giornate sono serene, complicate certo ma consapevoli di essere forti in questa avventura. La vita ti mette a dura prova a volte ma niente e impossibile se si è ottimisti.

Il mio bellissimo bambino ormai diventato un bellissimo ragazzo cresce in compagnia del suo migliore amico e come a volte accade ci litiga e si riappacifica molto spesso ma fa parte di lui come fa parte di tutti noi.

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

4 votes

La narrazione è un potente strumento di trasformazione della pratica clinica, perché gli aspetti medici del diabete non sono più separati da quelli autobiografici.

Scrivici la tua storia all’indirizzo email

Lascia una risposta

Titolo: IL DIABETE HA BUSSATO ALLA PORTA DI MIO FIGLIO

Ultima modifica: 2015-05-07T09:54:23+00:00

Autore: Il Tuo Diabete