Ecco le alterazioni cutanee che possono essere favorite dal diabete.

Diabete e pelle

Ultima modifica: 8 maggio 2014

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

Ecco le alterazioni cutanee che possono essere favorite dal diabete.

Con il diabete possono coesistere diverse alterazioni cutanee. La causa non è il diabete, ma tali alterazioni potrebbero peggiorare in caso di scompenso cronico.

Infatti, l’eccesso di glucosio nel sangue si accompagna a un’anomalia cutanea frequente: l’ispessimento del collagene con distruzione delle fibre elastiche e delle fibrille di ancoraggio della membrana basale dell’epidermide.

La principale conseguenza è un invecchiamento precoce e un indebolimento della pelle, che si può facilmente lesionare in seguito a contusioni anche lievi.

Oltre a questa anomalia comune, possono presentarsi diverse malattie della pelle che si possono associare al diabete o comunque possono essere favorite da esso.

Malattie della pelle causate dal diabete
Acanthosis nigricans benigna
: zone di epidermide che diventa ispessita, secca, ruvida, con superficie irregolare, di colore bruno scuro. Si presenta soprattutto sulla cute delle pieghe, della nuca, del collo e dei genitali, quasi sempre simmetricamente.

Balanopostite e vulvite cronica: irritazioni, spesso pruriginose, dei genitali sia maschili sia femminili, che tendono a diventare croniche. Spesso sono correlate alla presenza di Candida.

Bullosis diabeticorum: è una dermatite bollosa alle dita delle mani, agli avambracci, alle gambe e al dorso dei piedi. Le bolle tendono a guarire spontaneamente.

Ectima: formazione di pustole che tendono a dare origine a una crosta superficiale di colorito giallo bruno, mentre sotto alla crosta si forma una ulcerazione purulenta. Più spesso interessa gli arti inferiori.

Erisipela: infezione da streptococco, si presenta come una chiazza di colore rosso, lucida, calda, a rilievo e con bordi demarcati. Colpisce più spesso il volto, il cuoio capelluto e gli arti. Spesso si accompagna con febbre, mal di testa, dolori muscolari e senso di malessere.

Eritrasma: chiazze di colorito bruno o bruno giallastro nella parte interna delle cosce e/o dell’inguine.

Granuloma anulare generalizzato atipico: lesioni a forma di anello, con bordo a rilievo, solitamente sul dorso delle mani e sulle braccia. Hanno la tendenza a risolversi spontaneamente.

Herpes zoster: già nota come fuoco di S. Antonio, è un’eruzione vescicolosa lungo un nervo periferico, spesso dolorosa, può risolversi con un decorso lungo.

Intertrigine candidosica: può manifestarsi nella maggioranza delle pieghe del corpo, caratterizzata da cute arrossata, umida, pruriginosa.

Iperidrosi: un aumento della sudorazione che può interessare tutte le zone ricche di ghiandole sudoripare, in particolare le ascelle, le mani e i piedi.

Lichen sclero-atrofico: formazione di placche biancastre con indurimento e sclerosi della pelle, più frequentemente al tronco, alla regione perianale e ai genitali.

Macchie di Merlin: macchie di colore brunastro, tondeggianti e isolate o in gruppi, di piccole dimensioni, solitamente sulle gambe.

Necrobiosis lipoidica: lesioni con aspetto di placche con bordo rosso-violaceo e centro giallastro, di dimensioni variabili che possono unirsi formando placche molto grosse.

Prurito sine materia: sensazione di prurito, spesso diffusa, a cui non corrispondono manifestazioni cutanee evidenti.

Rosacea: arrossamento delle guance e spesso anche della fronte dovuto a dilatazione dei capillari e spesso accompagnato da formazioni acneiche.

Rubeosi del volto: arrossamento del volto, spesso con dilatazione dei capillari.

Rubeosi simmetrica palmare: assottigliamento della pelle del palmo delle mani, che si arrossa e diventa particolarmente sensibile.

Scleredema: indurimento e ispessimento della pelle principalmente di collo, nuca e parte superiore del dorso, colpisce principalmente i pazienti insulino-dipendenti è spesso asintomatica, ma se coinvolge le articolazioni può indurre contratture e limitazione della mobilità articolare.

Sindrome dei piedi bruciati: assottigliamento della pelle degli arti inferiori cui si associa un senso di bruciore e calore anche intenso.

Xantomi/xantelasmi: depositi di grasso nella cute (xantomi) e nelle palpebre (xantelasmi). Sono soprattutto un inestetismo, ma costituiscono un campanello d’allarme perché indicano un eccesso di grassi nel sangue.

 Inoltre possono essere presenti alcune reazioni cutanee conseguenti all’uso di insulina o dei farmaci antidiabetici.

Reazioni cutanee
L’impiego di farmaci per il trattamento del diabete, orali o iniettivi, può provocare fenomeni allergici che tipicamente si manifestano con un’orticaria.

L’utilizzo dell’insulina può indurre lipodistrofia atrofica e ipertrofica. La lipodistrofia atrofica consiste nella comparsa di aree avvallate, circoscritte, che si formano in corrispondenza del punto dove viene fatta l’iniezione, probabilmente causata da una risposta immunitaria locale. La lipodistrofia ipertrofica è invece rappresentata dalla formazione di un nodulo superficiale nel punto dell’iniezione, indotta da una sintesi di grassi provocata dall’insulina. Si risolve rapidamente cambiando sempre la sede di iniezione.

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

3 votes

Vuoi ricevere ulteriori informazioni sull'argomento?
Fai la tua domanda all'esperto!

* indicates required field

2 Risposte a “Diabete e pelle”

  1. Valentina scrive:

    Salve, vi scrivo perchè ho letto che il Diabete può provocare pelle secca. Esistono soluzioni per idratarla e lenire così le pieghe. Ho visto Dexeryl che sembra proprio adatto a questo disturbo. Qualcuno può darmi maggiori delucidazioni? Grazie mille

  2. Elisa scrive:

    Cara Valentina, le consiglio di leggere questo nostro articolo dedicato alle alterazioni cutanee: http://iltuodiabete.it/estate-e-diabete-il-decalogo/
    Qui potrà trovare il decalogo per prevenire questa tipologia di problemi. Se il suo è un problema attuale e desidera ricevere un consiglio personalizzato, scriva pure ai nostri medici attraverso questo form: http://iltuodiabete.it/chiedi-allesperto/
    Un saluto

Lascia una risposta

Titolo: Diabete e pelle

Ultima modifica: 2014-05-08T19:03:24+00:00

Autore: Il Tuo Diabete