La gastroparesi in presenza del diabete: consigli sull'alimentazione da seguire e sulle possibili terapie

Risposta

GLUCOTRACK E GASTROPARESI

Sono diabetica da 29 anni con tante complicazioni. Voglio sapere se in Italia GlucoTrack è arrivato già, a chi mi devo rivolgere per un acquisto e quanto costa. E vorrei sapere per la neuropatia gastrointestinale un trattamento più efficace.

DIABETE E GASTROPARESI

Ultima modifica: 6 febbraio 2015

Autore: Il Tuo Diabete

Gent.ma,

GlucoTrack  ha ottenuto il marchio CE necessario per l’utilizzo nell’Unione Europea. Il dispositivo doveva essere disponibile in alcuni paesi europei nel corso del primo semestre del 2014, ma ancora non lo è perché in fase di preparazione per la produzione e la distribuzione su larga scala. Intanto se lo desidera può trovare ulteriori informazioni, sia come riferimenti scientifici che come modalità di acquisto, sul sito http://www.integrity-app.com/the-glucotrack/.

 

Riguardo alla neuropatia gastrointestinale, in adulti con gastroparesi ci sono gli approcci classici con modifiche della terapia nutrizionale con cibi che sono più facili a seconda dei casi (mangiare piccoli pasti e spesso, mangiare poche fibre, scegliere alimenti a basso contenuto di grassi, evitare frutta e verdura fibrosa, provare zuppe e cibi frullati, bere acqua durante ogni pasto, muoversi dopo aver mangiato). Oppure può essere effettuato un tentativo terapeutico con farmaci procinetici e antiemetici che hanno un impatto positivo sulla qualità della vita, ma che per il 40% dei pazienti si sono rilevati inefficaci o non tollerati e non modificano la storia naturale della neuropatia.

C’è poi il trattamento chirurgico con la gastrectomia, ma è un’opzione invasiva e drastica e comunque non reversibile.

Le segnalo invece la stimolazione elettrica mediante Pacemaker che rappresenta un’opzione mini-invasiva per i pazienti che soffrono di gastroparesi con sintomi severi di nausea cronica e che non rispondono alla terapia farmacologica. Il Pacemaker dello stomaco è un trattamento reversibile che consiste nella stimolazione elettrica del tratto inferiore dello stomaco attraverso un pacemaker e due elettrocateteri e che ha dimostrato di migliorare lo svuotamento dello stomaco e di ridurre la nausea e il vomito.

Naturalmente ogni decisione terapeutica va condivisa con il suo diabetologo di fiducia per capire bene le indicazioni/controindicazioni ed effetti collaterali/rischi delle relative terapie.

 

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5 (1 poco utile, 5 utilissimo)

0 votes

La tua domanda all'esperto

* indicates required field

Titolo: DIABETE E GASTROPARESI

Ultima modifica: 2015-02-06T06:30:46+00:00

Autore: Il Tuo Diabete