Sedentarietà al bando: per allontanare il rischio di diabete ci vuole un po’ di moto.

Contro il diabete basta darsi una mossa

Ultima modifica: 7 maggio 2014

Autore: Il Tuo Diabete

Articolo

Sedentarietà al bando: per allontanare il rischio di diabete ci vuole un po’ di moto.

Nel mondo occidentale il diabete è una vera e propria epidemia. In Italia le stime parlano di tre milioni di individui con diabete di tipo 2 diagnosticato, cui deve essere aggiunto, forse circa un altro milione di persone che pur essendo affette da questa malattia non lo sanno ancora.

A contribuire alla diffusione della patologia sono di sicuro abitudini alimentari scorrette, ma in realtà il controllo del livello di zuccheri nel sangue ha un altro acerrimo nemico: la sedentarietà.

Dal punto di vista pratico questa constatazione ha un risvolto importante: la prevenzione del diabete non passa solamente da un’alimentazione adeguata, ma anche da un’appropriata attività fisica. In altre parole, per evitare la comparsa della malattia è importarsi muoversi.

La buona notizia è che non è necessario diventare degli sportivi provetti, ma che basta un’attività fisica moderata, purché regolare, per poter tenere la glicemia sotto controllo.

Un aiuto all’insulina
È sufficiente fare ogni giorno 30 minuti di movimento per contribuire a migliorare la sensibilità all’insulina, l’ormone che controlla i livelli di glucosio nel sangue.

Non solo, dato che muscoli attivi consumano più energia rispetto a muscoli a riposo e che le contrazioni muscolari promuovono l’ingresso del glucosio nelle cellule riducendone i livelli nel sangue, l’esercizio aiuta a ridurre il rischio di creare le condizioni che possono portare alla comparsa del diabete.

Questi benefici del movimento sono particolarmente utili per chi è in sovrappeso e ha già a che fare con il cosiddetto pre-diabete, una situazione in cui la glicemia in condizioni di digiuno è oltre i valori di sicurezza o il controllo dell’utilizzo del glucosio è compromesso.

In questi casi basta abbinare a una perdita di peso del 5-7% a un esercizio fisico regolare (pari a 30 minuti al giorno per 5 giorni alla settimana) per ridurre del 58% il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 .

Un po’ di movimento tutti i giorni
Per quanto riguarda invece l’attività fisica più adatta a prevenire il diabete, non esiste un’indicazione universale.

Piscina, palestra o tennis, tutti gli sport sono adatti a questo scopo, anche se il ciclismo si è dimostrato particolarmente efficace in termini di controllo della glicemia.

In generale, però, sia l’attività fisica di tipo aerobico, sia l’allenamento di resistenza possono aiutare a tenere alla larga il diabete e secondo gli esperti i benefici maggiori sono quelli derivanti da un programma di allenamento che includa entrambi i tipi di attività fisica.

La ricerca scientifica ha sottolineato come ciò che conta davvero è aumentare i livelli di movimento praticato tutti i giorni.

Il Finnish Diabetes Prevention Study, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Diabetes, ha per esempio dimostrato che in questo modo è possibile ridurre del 63-65% la probabilità di sviluppare la malattia anche se si hanno già difficoltà a controllare i livelli di glucosio nel sangue.

La lotta contro il diabete, insomma, deve passare attraverso una battaglia contro la sedentarietà.

Social

Ritieni utile l'articolo?

Vota selezionando un numero di stelle da 1 a 5, 1 inutile, 5 utilissimo

0 votes

Titolo: Contro il diabete basta darsi una mossa

Ultima modifica: 2014-05-07T12:19:47+00:00

Autore: Il Tuo Diabete